News

06/06/2017

Essenze in punta di pennello

« indietro

Cosa hanno in comune due tra i più famosi pittori impressionisti con L'Artisan Parfumeur?

In apparenza nulla, a parte la nazionalità francese...fino al momento in cui un nasoprofumiere, Fabrice Pellegrin, decide di reinterpretare due capolavori della pittura in modo diverso: usando la sua tavolozza di essenze.

Che ne dici di scoprirli insieme?

Andiamo!

SUR L'HERBE


manet


Questa prima colonia è ispirata dal capolavoro di Edouard Manet, precursore dell'Impressionismo, "Le Déjeuner Sur l'Herbe".

Nel 1863 questa opera venne esposta al Salon Des Refusés e divenne insieme la principale attrazione e motivo di scandalo.

Il reale motivo fu che la presenza cosí serena della donna nuda in mezzo a due uomini vestiti e della donna semivestita nel ruscello non è giustificata da alcun pretesto mitologico o allegorico.

E' questa cruda modernità a ispirare Pellegrin e allora si aprono le danze con bagliori di Neroli in testa e un accordo solare nel cuore che sembrano riflettere e reinterpretare il vero punto focale del quadro:

la donna morbidamente seduta dallo sguardo sfrontato, quasi sorpreso e dalla pelle che sembra riflettere la luce dall'interno.

Un accordo di note ariose, ampie e fiorite, a cui si aggiungono note sfumate di muschi e ambra che sembrano incarnarsi in un ritratto olfattivo della radura circostante.

AU BORD DE L'EAU


monet


Chi meglio del pittore simbolo dell'Impressionismo, Claude Monet, poteva ispirare questa seconda magnifica colonia?

Una fragranza in cui le note aromatiche si contrappongono ad un lato morbido, e quando credi che tutto sia svelato eccola lì pronta a ristupirti...esattamente come succede con l'omonimo dipinto di Monet: "Au Bord de l'Eau, Bennecourt".

Un olio su tela straordinario (1868) per comprendere il suo cambiamento artistico.

La pennellata rapida e viva, colori chiari e luminosi, il paesaggio che si vede attraverso lo specchio d'acqua...e la luce!

Quella luce che è il fulcro di tutta la sua arte...che va rincorrendo ancor prima dei soggetti fisici, perché essa stessa e il suo riflesso nell'acqua del fiume è ciò che gli consente di approfondire e trasfigurare le sue impressioni ed emozioni.

Tutto questo viene trasportato nella colonia dell'Artisan Parfumeur, dove le essenze risaltano come se fossero pigmenti colorati, abbaglianti e superbamente vitali.

Bergamotto e Limone che regalano freschezza, sapientemente coniugati con i petali di Fiori d'Arancio.

Tutto suggerisce il ricordo dello specchio d'acqua attorno a cui si adagia il paesaggio circostante...fino a quando emergono, sorprendenti, le note verdi di Rosmarino e Viola che parlano di vegetazione in fiore e rispecchiano pienamente l'amore de L'Artisan Parfumeur e degli impressionisti per l' "en plein air" e la natura.

Due colonie come una doccia fresca, perfette per godersi le prime giornate che sanno di sole e vento caldo.


Piramide olfattiva:

SUR L'HERBE: 

Note di testa: bergamotto, fiori d'arancio

Note di cuore: accordo solare

Note di fondo: muschi bianchi, note ambrate

AU BORD DE L'EAU

Note di testa: bergamotto, limone

Note di cuore: fiori d'arancio

Note di fondo: rosmarino, viola