News

10/02/2018

Pozioni profumate per San Valentino

« indietro
San valentino è alle porte e quale donna non vorrebbe sentirsi davvero speciale e bellissima indossando un profumo particolare che parli davvero di lei?

Si perchè, per noi amanti dei profumi, le fragranze non sono solo un accessorio in più.

Sono quella magia liquida in cui potersi avvolgere per migliorare la giornata e che racconta agli altri chi siamo ancor prima di svelarci.

E allora andiamo a scoprire tre fragranze esplosive che abbiamo scelto per rendere questa serata di san Valentino indimenticabile...


o_13046


Originaria del Messico, coltivata dai nativi americani e dagli Aztechi ed importata nel vecchio continente dagli spagnoli, calda, carnale, conturbante, la tuberosa era considerata nel rinascimento il fiore del peccato tanto che alle giovani donne era proibito annusarne il profumo per evitare le tentazioni.

Tuberose di Keiko Mecheri è proprio così...un elisir seducente, quasi narcotico ed elegantissimo.
L'assoluta di tuberosa indiana ruota attorno a note di petit grain, rosa turca, gelsomino sambac e legni preziosi.

E' il completamento perfetto per una donna romantica, iperfemminile, che indossa un tubino nero in crepe di seta e decolleté di vernice.


86427ca5b0ed032ba4354294d0c29983


Quasi sempre l'iris, in quanto essenza, viene associato a fragranze femminili, soffici, che ricordano l'odore di pulito.

Pronte a cambiare idea?

Ebbene sì, Rouge Assassin di Jovoy è per la donna che non ama le mezze misure.
La immaginiamo vesitta da labbra rosse e un tailleur dal taglio quasi severo, forte, indipendente, padrona di sè stessa, del suo destino e di amare chi vuole...impossibile da dimenticare!

Entra nel cuore e nella testa come le volute morbide e rotonde di rossetto, pelle e fiori evocate da questo jus: bergamotto, elemi, iris, cedro della Virginia, muschio bianco, legno di sandalo e fava tonka.

Un forte richiamo agli anni '20, assolutamente audace e fuori dagli schemi.


375x500_4441


Infine lui, un'essenza talmente aromatica ed ambigua da risultare classica e particolare allo stesso tempo: l'assenzio, il distillato che divenne l'ispirazione dello stile di vita bohémien.

Fou d'Absinthe de L'Artisan Parfumeur lo immaginiamo per una donna che ama vivere veloce, vestita di pelle dalla testa ai piedi, con gli occhi che brillano all'idea di una nuova sfida.

L'assenzio e l'angelica si aprono in un bouquet intenso, aromatico, morbido, leggermente amaro.
Infine l'anice stellato nel cuore svela un binomio caldo e freddo allo stesso tempo insieme al pepe, ai chiodi di garofano, noce moscata, zenzero e alle note secche di aghi di pino.

E tu in quale di questi profumi ti riconosci di più? Quale sceglierai per la tua serata di San Valentino?

Una cosa è certa: qualunque esso sia saprà regalarti davvero sensazioni magiche!

Anche per oggi è tutto.
Grazie di avermi letto e ti aspetto in profumeria e al prossimo articolo.

Erika Fornasier per Rizzato